Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

mostra e presentazioni a Roma

giugno9

La mostra “Interrogando i visi” puo’ essere visitata a Roma fino al 15 giugno

Martedi a sabato: dalle 17 alle 20, nel Centro di Documentazione della Ricerca Artistica Contemporanea “Luigi di Sarro”, via Paolo Emilio, 28 – Prati

Ancora teste, ma ora piccole e colorate. Sono gli ultimi anni, gli ultimi mesi perfino: questo tema a lui sempre caro torna in modo costante, rilucendo adesso con tocchi di colore e con l’intensa luminosità del bianco. Volti che parlano dell’amore per l’arte, della verità di una ricerca, dell’intensità della vita. Di tutto questo permane il ricordo nella memoria… l’opera continua a raccontare se stessa ed altro ancora. (Paolo Raffaeli)

Maggiori informazioni: http://giovannibuzi.net/gbuzi/calendrier/calendario.htm

Lettura pubblica di Visi, testo di Giovanni Buzi e Marcella Testa

Sabato 18 giugno 2011 alle 18

Libreria Pellicano

Via Gattico, 3

00166 Roma (Casalotti)

Tel 0661 563181

Pubblicazione del romanzo “Sangue, garofano e cannella” di Giovanni Buzi e Cinzia Pierangelini – Arduino Sacco Editore: http://www.arduinosacco.it/product.php?id_product=579

Amalgamando sapientemente verità e invenzione, proprio come in un’ottima ricetta, gli autori del romanzo di fantasia ‘Sangue garofano e cannella’ tornano a puntare i riflettori su una delle vicende criminose che più hanno scosso l’Italia degli anni ’40: gli efferati delitti di Leonarda Cianciulli, detta La saponificatrice di Correggio. Accostando gli articoli, la biografia e le testimonianze reali, e di pubblico dominio, a personaggi e dialoghi di fantasia e a un ‘sentire’ immaginario dell’assassina, scritto in prima persona, questo libro intende continuare a scavare nel Male in cerca delle sue, spesso, incomprensibili origini.

4. Pubblicazione della raccolta di racconti “Le Dieci Morti di Tran-Silvana” di Giovanni Buzi, Edit. Il Foglio: http://www.ilfoglioletterario.it/catalogo_fantastico_e_altri_orrori_le_10_morti.htm

Silvana, ovvero dieci incarnazioni della fantasia più fervida di Giovanni Buzi. Tran-Silvana, un personaggio che muore e risorge in avventure tese, oniriche, costruite intorno a coltelli grondanti sangue, ammantate spesso della cupezza di una violenza cieca e bestiale, graziate dall’allegria spensierata dei lustrini e delle piume di struzzo. Sesso giocoso e perverso, mutazioni della carne, trasformazioni infinite di una icona misteriosa e sgangherata, sanguinaria e irriverente, vera personificazione della creatività di un grande autore. Quello che state sfogliando è il canto del cigno, il testamento narrativo di una personalità multiforme e variegata, l’ultimo libro di uno scrittore davvero underground. Giovanni Buzi se n’è andato, ma ha voluto lasciarci in regalo un ultimo, grande libro che, ben oltre l’orgia splatter di sangue e sesso in cui sguazza felice e sorridente, si rivela un autentico inno alla gioia e alla vita.

pubblicato nella/e categoria/e Senza categoria

You must be logged in to post a comment.