Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

Un’altra Julia

marzo29

è in dirittura d’arrivo il mio prossimo romanzo breve, spero ad aprile di averlo tra le mani

pubblicato nella/e categoria/e unaltra julia | 1 Commento »

stanca…

marzo22

pioggia freddo persino neve e attacchi di panico. Mi sento stanca…

pubblicato nella/e categoria/e Senza categoria | 8 Commenti »

catturandi

marzo18

concorsino gioco di Flaccovio, se avete voglia di commentare ci sono anche io con il racconto brevissimo
 Il calcio
www.facebook.com/topic.php
  http://www.facebook.com/home.php#/group.php?gid=55809433850&ref=mf

pubblicato nella/e categoria/e Senza categoria | Nessun Commento »

intervistina

marzo15

un bel sito di persone gentili
www.graphe.it/GM/1468/cinzia-pierangelini-2/

pubblicato nella/e categoria/e 'A Jatta, interviste a me medesima | Nessun Commento »

Mauro Mirci mi recensisce

marzo14

www.paroledisicilia.it/principale/2009/03/cinzia-pierangelini-a-jatta/#more-643

pubblicato nella/e categoria/e 'A Jatta | Nessun Commento »

a silvio

marzo12
caro silvio (come t’invito un genio in città)
dico caro perché così si usa cominciare le lettere, dico caro perché caro mi costi… di salute e serenità. Dicevo ‘Caro Silvio che ci vuoi fare il ponte a noi messinesi, perché non vieni a trovarci? Intendo ora, oggi per es. Fai un giro in città con noi. Che so: mi accompagni a scuola, per dire, in questa bella mattinata di pioggia e grandine che preclude i motorini. Vorrei averti accanto, te che da buon milanese corri e corri e in un’ora fai quello che qui, noi pigroni, facciamo in 2 giorni. Vieni a vedere la nostra bella città con due strade e uno, dico un solo svincolo autostradale chiuso in cosa si è trasformata! Ma attento a non sentirti male…non c’è corsia di preferenza per le ambulanze, dovresti soffrire seduto accanto a me nel traffico, be’ traffico… fermo più che altro e sperare solo che non sia una cosa grave ché se no ti tocca morire sul sedile e dio ce ne scampi!Cosa fai tu in un’ora a Milano? Qui in un’ora facciamo 300 metri attualmente ma se si scorre anche 3 km! To’… 3 km, più o meno quello che ci vuole a passare lo stretto senza ponte! che casualità! La nave ci mette circa mezz’ora, troppo mio dio! troppissimo! Un ponte ci vuole! Ma adesso quello che volevo dirti era: oltre al ponte sul mare non è che ci fai anche un ponte sulla città? Giusto per andare a lavoro, a prendere i bimbi a scuola, a fare la spesa… cose utili, mica ti chiedo il superfluo. No perché io abito a messina nord e qui non ci sono svincoli né chiusi né aperti e allora ieri per tornare a casa e fare circa 10 km ci ho messo 2 ore e mezzo, ma non era l’ora di punta eh! Sì, vorrei averti qui, mostrarti tutto: le uniche due strade, nessuno svincolo,masse di automobili ferme per ore,le ambulanze che gridano l’urgenza incastrate nel traffico, il callo sotto il piede della frizione… Oh, a proposito, ho un’idea per lo smog: dato che qui si cammina a passo d’uomo non è che ci fornisci delle automobiline a pedali che così facciamo un po’ di moto invece di sprecare benzina e avvelenare l’aria?In fondo ci permetterebbe di gustare il panorama… magari i bei piloni nuovi fiammanti accatastati sulle rive dello stretto. Che te ne pare? Se vieni potremmo parlare del futuro, potresti spiegarmi, per es., quando comincerete a distruggere le uniche due strade come faremo ad andare…ovunque. Sono sicura, caro silvio, che tu hai già una soluzione! Come dici? stiamo a casa ché c’è la tv? Lo sapevo, che geniaccio!trovi sempre la risposta a ogni problema. Va be’ ora vado, son già le 10 e alle due devo prendere servizio… Ciao, caro silvio.
pubblicato nella/e categoria/e messina triste | 2 Commenti »

a silvio

marzo12
caro silvio (come t’invito un genio in città)
dico caro perché così si usa cominciare le lettere, dico caro perché caro mi costi… di salute e serenità. Dicevo ‘Caro Silvio che ci vuoi fare il ponte a noi messinesi, perché non vieni a trovarci? Intendo ora, oggi per es. Fai un giro in città con noi. Che so: mi accompagni a scuola, per dire, in questa bella mattinata di pioggia e grandine che preclude i motorini. Vorrei averti accanto, te che da buon milanese corri e corri e in un’ora fai quello che qui, noi pigroni, facciamo in 2 giorni. Vieni a vedere la nostra bella città con due strade e uno, dico un solo svincolo autostradale chiuso in cosa si è trasformata! Ma attento a non sentirti male…non c’è corsia di preferenza per le ambulanze, dovresti soffrire seduto accanto a me nel traffico, be’ traffico… fermo più che altro e sperare solo che non sia una cosa grave ché se no ti tocca morire sul sedile e dio ce ne scampi!Cosa fai tu in un’ora a Milano? Qui in un’ora facciamo 300 metri attualmente ma se si scorre anche 3 km! To’… 3 km, più o meno quello che ci vuole a passare lo stretto senza ponte! che casualità! La nave ci mette circa mezz’ora, troppo mio dio! troppissimo! Un ponte ci vuole! Ma adesso quello che volevo dirti era: oltre al ponte sul mare non è che ci fai anche un ponte sulla città? Giusto per andare a lavoro, a prendere i bimbi a scuola, a fare la spesa… cose utili, mica ti chiedo il superfluo. No perché io abito a messina nord e qui non ci sono svincoli né chiusi né aperti e allora ieri per tornare a casa e fare circa 10 km ci ho messo 2 ore e mezzo, ma non era l’ora di punta eh! Sì, vorrei averti qui, mostrarti tutto: le uniche due strade, nessuno svincolo,masse di automobili ferme per ore,le ambulanze che gridano l’urgenza incastrate nel traffico, il callo sotto il piede della frizione… Oh, a proposito, ho un’idea per lo smog: dato che qui si cammina a passo d’uomo non è che ci fornisci delle automobiline a pedali che così facciamo un po’ di moto invece di sprecare benzina e avvelenare l’aria?In fondo ci permetterebbe di gustare il panorama… magari i bei piloni nuovi fiammanti accatastati sulle rive dello stretto. Che te ne pare? Se vieni potremmo parlare del futuro, potresti spiegarmi, per es., quando comincerete a distruggere le uniche due strade come faremo ad andare…ovunque. Sono sicura, caro silvio, che tu hai già una soluzione! Come dici? stiamo a casa ché c’è la tv? Lo sapevo, che geniaccio!trovi sempre la risposta a ogni problema. Va be’ ora vado, son già le 10 e alle due devo prendere servizio… Ciao, caro silvio.
pubblicato nella/e categoria/e messina triste | 8 Commenti »

A jatta commenti

marzo11

Pirotecnico.
Come fu per “Eraclito e il Muro”, è questo l’attributo col quale identifico l’ormai inconfondibile stile dell’Autrice. I personaggi così ben caratterizzati che parlano a raffica, soffrono, amano, odiano e si punzecchiano nella commedia della vita, sono frammenti di un mosaico vivo e palpitante che si incastrano perfettamente l’uno con l’altro nello scenario etnico di una Sicilia verace e popolana. Una commedia della vita, così ben tratteggiata dall’Autrice, con i suoi drammi, le sue passioni e le piccole grandi felicità quotidiane, come il calore di un mantello felino sotto le dita.
Momenti dolorosi e toccanti, come il dramma interiore di Andrea prima di acquisire la sua vera essenza, e la fine del viaggio terreno di Sergej, si alternano a sprazzi di pura comicità, come la moglie racchia e ficcanaso e che emana zaffate d’aglio nell’abitacolo dell’auto. I dialoghi dialettali serrati e incalzanti che si interpongono in passaggi narrativi di pura poesia, rendono questo romanzo davvero unico e speciale.
Come dissi per il precedente, io vedrei questa storia rappresentata dietro il sipario di un palcoscenico teatrale. Wink

pubblicato nella/e categoria/e 'A Jatta | Nessun Commento »

e ogni tanto ridiamo va’

marzo9

www.messinaweb.tv/

pubblicato nella/e categoria/e Senza categoria | Nessun Commento »

CHE PAESE DI…

marzo8

Ma perché devo vivere in questo paese? perché ci sono i fascisti al governo? perché vogliono fare il ponte sullo stretto? perché favoriscono i cacciatori? Ma perchééééééééééééééééééééééééééééééééé?

pubblicato nella/e categoria/e Senza categoria | 5 Commenti »