Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

eluana

febbraio7

io non so prendere una posizione, so che vorrei non saperlo…non averlo saputo e non pensarci.

pubblicato nella/e categoria/e Senza categoria
4 Commenti to

“eluana”

  1. Avatar febbraio 7th, 2009 alle 16:32 julka75 ha detto:

    Io una posizione ce l’ho e la esprimo. Certo non mi verrebbe mai in mente di imporla a qualcuno come sta facendo altra gente.

    Nemmeno se potessi farlo con un ddl…


  2. Avatar febbraio 7th, 2009 alle 19:00 cochina63 ha detto:

    e quello è altro paio di maniche… sai che gli importa in realtà della vicenda in sé.


  3. Avatar febbraio 8th, 2009 alle 21:32 seia ha detto:

    La questione cara Cinzia è proprio questa: nessuno avrebbe dovuto esprimere il proprio parere, nessuno avrebbe dovuto prendere posizione, nessuno avrebbe dovuto giudicare quel padre, speculare su quella ragazza così sfortunata, dibattere su cosa sia più giusto per lei, perchè ognuno di noi dovrebbe aver il diritto di scegliere come vivere e come morire, dovrebbe poter decidere che la propria vita varrebbe la pena comunque di essere vissuta anche stando attaccati a un sondino, incoscienti di quello che ci circonda, così come dovrebbe poter scegliere di morire senza diventare un vegetale su cui piangere. Tutti avremmo dovuto tacere sulla questione, magari non avremmo dovuto nemmeno saperne nulla, perchè è una questione privata, che attiene alla libertà individuale di ciascuno di noi e al massio dei familiari che eventualmente dovrebbero essere gli unici chiamati a decidere in assenza di disposizioni o dichiarazioni precise. Solo che di fronte ai tentativi di privarci di queste libertà, di speculare sulla vita di una donna per altri – biechi – fini o per fraintesi intenti caritatevoli, come si fa a tacere? Io non riesco davvero a pensare che se un giorno si trattasse di me, potrebbe essere un tizio come Berlusconi o qualcuno dei suoi, ma lo stesso vale anche per chiunque altro non mi conosca e non sappia nulla di me, a decidere del mio corpo e di quello che resta di me. Ogni giorno scelgo come vivere e voglio poter scegliere come morire. Il che poi implica la totale libertà per tutto il resto di mondo di decidere per se, o semplicemente di non decidere.

    Mi spiace per il monologo ma questa cosa in questi giorni mi sta tormentando e mi fa sentire così impotente.


  4. Avatar febbraio 8th, 2009 alle 22:36 cochina63 ha detto:

    lo capisco e ci soffro molto anche io…


You must be logged in to post a comment.