Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

Eraclito… è vivo!

febbraio22

copertina_eraclito

Francesca Breschi ha scritto alle ore 22.47
Cinzia! Oggi ho cominciato " Eraclito e il muro"….Bello bello bello!!! Sei davvero brava! Già te l’avevo detto per un tuo racconto che avevo letto su internet ma anche qui si entra subito dentro e sembra di stare seduti al bar della piazzetta davanti al muro…è una bellissima sensazione che non ritrovavo leggendo un libro da quando ero piccola. Grazie!…. Baci
pubblicato nella/e categoria/e Eraclito e il muro
17 Commenti to

“Eraclito… è vivo!”

  1. Avatar marzo 14th, 2009 alle 23:26 cochina63 ha detto:

    La storia d’u criticuni la sto finendo: ho dato una botta enorme tra ieri ed oggi e sono quasi in fondo…Che bello!!! Mi piace davvero tanto come scrivi! Davvero!! E come ti dicevo, ora che mancano pochissime pagine sono triste…Però ho già la Jatta che mi aspetta, ancora intonso! Che emozione…Avrei un sacco di cose da chiederti su come scrivi, come hai le idee, come le organizzi, dove materialmente scrivi, come prendi informazioni….mamma mia! Un sacco di domande, davvero…

    francesca


  2. Avatar marzo 17th, 2009 alle 13:15 utente anonimo ha detto:

    ma signora francesca !

    ma quanta poca immaginazione !

    lasci agli scrittori i loro segreti : un bravo cuoco non racconta mai le proprie ricette, e si cerchi da sola le risposte alle sue domande : servirà a qualcosa leggere, o no ?

    si legga anche la storia di Barbablu, che racconta un altro aspetto della curiosità insaziabile di chi pur trovando risposte non si accontenta mai e si nutre, fagocitando in continuazione, della vita degli altri.


  3. Avatar marzo 17th, 2009 alle 19:05 cochina63 ha detto:

    ma la curiosità, signor anonimo, è anche indice d’intelligenza e apertura mentale: non dimentichiamolo!


  4. Avatar marzo 17th, 2009 alle 20:13 utente anonimo ha detto:

    sì, e la capacità di immaginare dove possa trovarsi la risposta è indice ancora di più d’intelligenza.

    non dimentichiamo nemmeno questo.

    è l’immaginazione che muove la curiosità o viceversa ?

    la vita m’ha insegnato così.

    per carità la vita può essere una cattiva e parziale maestra però…

    se Galileo non avesse immaginato qualcosa oltre a sè ?

    se Leonardo non avesse immaginato due ali all’uomo ?

    come poteva comporre Beethoven essendo sordo ?


  5. Avatar marzo 17th, 2009 alle 21:56 cochina63 ha detto:

    assai interessante e condivido la visione…però non è detto che il processo non possa partire al contrario. Nel caso di Francesca, per es., spezzo di certo una lancia in favore della sua sana curiosità, essendo la signora un’artista e non ‘commerciale’ e dunque dotata d’intelligenza e fantasia…


  6. Avatar marzo 18th, 2009 alle 14:26 utente anonimo ha detto:

    non è detto ma la curiosità nasce dall’immaginazione altrimenti non nascerebbe : immaginare cosa la realtà celi dietro l’apparenza muove la curiosità.

    ” non commerciale ” ?

    Perchè non è comparsa a Domenica In o da Fabio Fazio a dichiarare d’essere non-commerciale, come tutti gli artisti fanno, da bravi e integerrimi venditori di se stessi ?

    mah, a parte Gesù Cristo, Budda, Socrate non mi pare che tra il genere umano ci siano altri rappresentanti del suddetto genere che non pongano un prezzo a se stessi, per accondiscendere alle prestazioni per cui si sono preparati, e questo prezzo lo definiscono ” valore di sè”, che deve essere riconosciuto.

    COme se il denaro davvero potesse equivalere alla ricchezza di un filo d’aria, di un respiro, degli anni di una vita, vita fatta di tante cose, passaggi, età, evoluzioni.

    ( Che forza d’animo devono avere gli africani che muoiono di stenti ?

    Che valore umano devono avere loro per non averci massacrato per il male che gli restituiamo e la povertà, la fame e la miseria che gli procuriamo ? )

    Non c’è niente di male a porre un prezzo al proprio talento, ammesso sempre che ciò che proponiamo sia originale e non una declinazione di qualcosa di già inventato,cioè una ri-proposta, una cosa già posta come corollario, enunciato di teorema elaborato e risolto appunto; ma anche non fosse originale il nostro operato, non è un gran peccato darsi un prezzo e accettare di essere comprati, è solo un grande limite.

    Perchè in fondo il genere umano, non ostante tutto, non ambisce alla cultura per conoscere, amare, rispettare il creato ( sembra il patto del matrimonio ), no, il genere umano ambisce al diploma, alla laurea, alla carriera, perciò il creato stesso, e il punto di vista offerto dall’artista ha un cartellino addosso con sopra scritto il prezzo, sebbene un atto artistico, come un pensiero, dovrebbe nascere ed essere tutelato dal ministero dei beni culturali, come ricchezza per l’umanità, come un faro che con la sua luce indica la strada per elevare lo spirito.

    Ma in fondo la mia era una piccola, piccolissima considerazione ; se hai una curiosità usa l’immaginazione e viaggia con la mente al fine di fare il tuo percorso interiore nel pieno rispetto delle regole che governano l’universo mondo e non devono essere sovvertite nè manipolate.

    E c’è da dire anche che persino i gatti, la cui selvaticità è tenuta in così grande considerazione, persino loro si possono addomesticare, con la minestra alla stessa ora, tutti i giorni, quindi…

    non so chi sia francesca, ma di certo cerco persone intelligenti e profonde che vivano con fantasia la realtà.

    a proposito : mi chiamo paolo, paolo esposito, vivo a Taranto dove abito con un compagno, ma non lo raccontiamo in giro sennò altri vogliono venire a vivere con noi in libertà, sono originario di Salerno, mi piace leggere, e mentre tu spezzi lance ( complimenti per l’energia ) io mi spezzo gli spaghetti, la mia dentiera mi permette di mangiarli solo spezzettati e scotti.


  7. Avatar marzo 19th, 2009 alle 12:43 cochina63 ha detto:

    bene, Paolo idealista,piacere. Apprezzo ciò che dici anche se penso non sia di questo mondo.


  8. Avatar marzo 19th, 2009 alle 17:48 utente anonimo ha detto:

    paolo esposito non paolo idealista.

    ma no! direi che la fame dei neri appartiene a questo mondo.

    i gatti che si fanno addomesticare pure.

    così come affermo che non c’è nessuno essere umano che non sia comprabile.

    non c’è un idea in tutto quello che ho scritto che sia mia.

    non c’è una cosa di quello che ho scritto che non puoi trovare all’angolo della strada accanto al benzinaio o al centro commerciale.

    in realtà niente di apprezzabile, insomma.ecco, forse non è di questo mondo trovare una persona come io dico, su questo concordo, ma …nemmeno io voglio essere come gli altri mi vorrebbero.

    sto cercando i tuoi libri ma qui al sud niente è facile, niente.

    il freddo quando arriva lo devi sopportare, la siccità anche e le ingiurie pure.

    buone cose.


  9. Avatar marzo 19th, 2009 alle 20:09 cochina63 ha detto:

    Tutti comprabili dunque? no, non è vero…ma certo i ‘non comprabili’ sono una minoranza irrisoria.E personalmente non ne conosco nessuno. Dici che sono miti? Fandonie messe in giro per farci sentire in colpa? Io mi sento sempre in colpa, già di mio, pensa un po’!

    I miei libri? basta ordinarli alla tua libreria di fiducia e se è vero che hanno un prezzo ti giuro che io non ho mai visto un cent! Ciao Paolo Esposito (ti chiami come il mio violino: un nonnetto del 1845!)


  10. Avatar marzo 21st, 2009 alle 10:26 utente anonimo ha detto:

    ciao mia cara Pierangelini.

    ti auguro tempo e di non perdere mai il gusto per la scrittura indipendentemente da quanto ci guadagnerai.

    sarà per sempre un dono che ti fai e che fai agli altri.

    P.S. la mia processione alla mia libreria di fiducia è cominciata già un mese fa e ancora non ne sono venuto a capo.


  11. Avatar marzo 22nd, 2009 alle 09:45 cochina63 ha detto:

    tempo, il tempo stringe in effetti…ma al guadagno non ci ho mai pensato, tranquillo e mai ci penserò. Sono una tonta io.Processione alla libreria di fiducia? dài, mi pare strano… Cmq ibs te li spedisce in due giorni se vuoi.


  12. Avatar marzo 22nd, 2009 alle 11:53 utente anonimo ha detto:

    niente ibs, sono un uomo all’anitca, come il tuo violino, il libraio è un bell’uomo, a parte che è lento, ci parlo volentieri.

    strano ?

    vedessi tu com’è qui.


  13. Avatar marzo 22nd, 2009 alle 13:28 cochina63 ha detto:

    be’ se è un uomo gradevole allora…


  14. Avatar giugno 2nd, 2009 alle 14:11 utente anonimo ha detto:

    ” la fantasia non ha età ”

    bravissima, davvero bravissima.

    e ora mi butto alla ricerca dell’ultima pubblicazione.

    grazie di cuore, e spero che il mio grazie abbia lo stesso valore di tanti bei soldini, gli stessi che meriteresti di ricevere per come e quello che scrivi.

    paolo esposito


  15. Avatar giugno 2nd, 2009 alle 15:46 cochina63 ha detto:

    Grazie Paolo, sei davvero un raggio di sole. Soldini? mai visti… ma preferisco l’apprezzamento.


  16. Avatar giugno 6th, 2009 alle 09:33 utente anonimo ha detto:

    dice Luigi Di Gianni

    ” ci sono persone che si vergognano di essere povere, non bisogna vergognarsi di essere poveri. Io mi vergognerei se fossi ricco, mi chiederei come ho fatto i soldi […] ”

    tu vedessi la mia dentiera riposta nella tazza a sera, con la sua pastiglietta disinfettante…non mi scambieresti per un raggio di sole.

    Paolo esposito


  17. Avatar giugno 6th, 2009 alle 13:01 cochina63 ha detto:

    siamo tutti prenotati per orribili tristezze, tanto vale non pensarci.


You must be logged in to post a comment.