Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

ponte sullo stretto? no, grazie

giugno6

nel post precedente ho pubblicato una foto gigante, da far scorrere per apprezzarla pienamente. perché?
Perché in tempo d’elezioni Silvio mi scrisse, sì sì, proprio a me (a quante altre migliaia di elettori?bah e chi ha pagato i francobolli? boh), rassicurandomi sul fatto che appena eletto la prima cosa che avrebbe fatto sarebbe stato il Ponte, per me capite? per rendermi felice! Be’ Messina non è una grande città, nel senso che non è granché bella né gradevole, il terremoto e i bombardamenti l’hanno distrutta (ché prima era splendida), ma ha ancora qualche posto affascinante, come i laghi di Ganzirri e il pilone (quelli della foto appunto) che ricordano quanto meraviglioso fosse questo sito in passato. E quindi, siccome i laghi son bellissimi, mi pare giusto metterci dentro il Ponte! Distruggiamoli, accidenti! Che questa città sia una merda fino in fondo! Che la gente ci passi guardandola dall’alto, senza neanche fermarsi più a prendere la granita. Dritti dalla Calabria all’autostrada, una buona volta! Silvio mi fa il Ponte! Grazie! Immagino i prossimi venti trent’anni con la città sventrata da sud a nord, irrimediabilmente. La mia città, questa merda di città senza verde, senza più strade, ingombra di spazzatura e baracche, dove non sono riusciti in trent’anni ad aprire gli svincoli autostradali, dove ancora c’è gente che pena per l’acqua, dove se non hai la macchina te lo sogni di arrivare al centro. La mia bella città che per arrivare a Palermo ci vogliono più di tre e mezzo ore in treno (190 km circa), che per fare 8 km per andare a scuola devi alzarti alle 6 e mezzo sperando di beccare un autobus che passa per sbaglio, dove se sei handicappato o hai figli in passeggino è meglio che non esci di casa perché ogni marciapiede è altro 40 cm e ingombro di cassonetti e cordoli di cemento. La mia città dove il tram serve zone già servite, a zig zag schiacciando pedoni e auto a gogò, e si ferma giusto dove non passano autobus. La mia città in questa Sicilia dove interi paesi sono ancora senza strade, senza ospedali, senza soldi. I leghisti s’incatenano per gli zingari: che vista! mentre qui vogliono fare un ponte inutile che mangerà i soldi di tutti e che magari si crinerà alla prima scossa, alla prima sputacchiata di Stromboli.
Il ponte Milvio!!! Ops… il Ponte Silvio!

pubblicato nella/e categoria/e messina triste, vergogne
6 Commenti to

“ponte sullo stretto? no, grazie”

  1. Avatar giugno 6th, 2008 alle 11:52 julka75 ha detto:

    Ponte Silvio… Siamo sicuri che non sia il nome previsto per la mirabile opera?

    Comunque l’aspetto più inquietante della vicenda è ritrovarsi in casella l’ennesima lettera a filma Silvio Berlusconi. Di tutto lo spreco di carta ministeriale perpetrato durante il Berlusconi II e III, l’unico felice è stato il pappagallino della mia vicina di casa: le pagine della storia del Nano, ricevuta tre anni fa, sono servite per la sua gabbietta. Se hai amiche dotate di uccelli, puoi suggerire il riciclaggio…


  2. Avatar giugno 6th, 2008 alle 13:36 utente anonimo ha detto:

    Guarda i lati positivi, la Salerno-Reggio Calabria sarà più vicina. Ah!, i progressi delle infrastrutture!

    Ci voleva proprio un po’ di sano buon senso a guidare le azioni del governo, ora sì che i nostri soldi non saranno sprecati e le nostre città saranno valorizzate!

    Adesso scusami, vado a insaponare la corda…


  3. Avatar giugno 6th, 2008 alle 13:36 utente anonimo ha detto:

    Ho scordato di firmare…

    Luca R


  4. Avatar giugno 6th, 2008 alle 15:17 utente anonimo ha detto:

    La foto sotto è una meraviglia!

    Cara Cinzia, sono pienamente d’accordo con te sull’inutile e dannoso ponte, che pare debba stare chiuso alcuni mesi l’anno per manutenzione o non so cosa.

    saluti

    m.ang


  5. Avatar giugno 6th, 2008 alle 20:00 cochina63 ha detto:

    cara Julka, cari tutti di aspetti inquietanti ne vedo parecchi, a cominciare dagli anni che dovremmo passare in una città che parrebbe bombardata se davvero iniziassero a lavorare! e per cosa poi? per risparmiare circa 15 minuti di nave sullo stretto. la verità è che questo ponte non si farà mai ma in compenso molti arricchiranno con i lavori, come sempre…E poi, se si pensa che per togliere l’ici han dovuto ritoccare il mezzogiorno immaginiamo per il ponte…(inutile), ma non siamo in crisi?indebitati, in recessione…? eh, mala tempora… (che servano nuovi piloni, freschi freschi? dubbio)


  6. Avatar giugno 14th, 2008 alle 11:36 cochina63 ha detto:

    scovato dalla cara Milvia:

    http://www.peacelink.it/editoriale/a/26254.html


You must be logged in to post a comment.