Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

senza pregi

maggio23

ricevo
Coca,
ho studiato molto tempo fa approfonditamente la cultura zingara, sono stato a St. Marie de la mer, li cito sempre quando si parla di Olocausto… però non li posso più vedere, da un po’ di anni a questa parte.
Mi spiace, mi dà fastidio essere di sinistra e intollerante al tempo stesso, ma questi non sono i nobili zingari del centroeuropa di una volta… questa è gente senza pregi.
Mi scoccia dirlo, ma spero li mandino via tutti.
Mi odio per questa frase, ma è così.
Mia moglie, di sinistra pure lei, è ancora più convinta.
Ciao Smile

e rispondo

Senza pregi, dici? che vuol dire?che bisogna aver pregi, ai nostri occhi ché i loro saranno certo dotati di differente vista, per avere il diritto a vivere?mandare via dove?Sai cosa? io capisco tutto, capisco anche che tra loro ci sia gentaglia (così come tra noi)(però, magari, fa più notizia) ma il fatto che questo popolo non abbia mai fatto una guerra per accaparrarsi un pezzo di terra e gridare ‘è mio è mio, tutti fuori’ dovrebbe aiutarci a essere più solidali.Il mondo è loro quanto nostro, ciò che diciamo ‘la mia patria’ era anche loro, un tempo. L’abbiamo strappato ad altri ciò che abbiamo. Nessun dio ha diviso la terra tra i popoli, solo l’uomo più forte, più prepotente l’ha fatto.Per me essere di sinistra non vuol dire nulla, io non sono di sinistra, non sono nulla, non mi riconosco in nulla; ma esiste il buon senso, l’umanità, il ricordo storico di atrocità commesse con la stessa leggerezza e lo stesso senso di ‘ragione’. Oggi cacciamo gli zingari, domani gli extracomunitari, dopodomani?i siciliani?siamo tutti un po’ fastidiosi a ben pensarci… e abbiamo tutti dei difetti, delle carenze. Le minoranze vanno protette! è un imperativo categorico! Rileggiamo la carta dell’uomo, per piacere.

pubblicato nella/e categoria/e rom

You must be logged in to post a comment.