Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

da venere in cucina

aprile7

i biscotti che proverò oggi

‘Avevo già osservato come in questo periodo mi senta affetta da una grave malattia: la biscottomania. Mangiare dei biscotti fatti in casa a colazione mi mette di buonumore e mi fa iniziare la giornata con una marcia in più. Voi che ne dite?
Questa volta ho preparato dei biscotti alle nocciole. La versione originale, già sperimentata varie volte, prevedeva che le nocciole fossero tritate grossolanamente, ma io ho provato a lasciarle intere. Inoltre ho sostituito un non ben identificato aroma di mandorla con qualche mandorla vera ed una parte di burro con un po’ di olio di semi dei cereali e frutti: a questo proposito, infatti, ho notato che nelle ricetta in cui è presente molto burro, il suo sapore rischia di sovrastare troppo tutti gli altri, ma la sua presenza è fondamentale per la dolcezza e la friabilità di certi impasti.
Ecco quindi la ricetta.
Per circa due teglie di biscotti servono:
170g di farina
60g di amido di frumento
125g di zucchero
1 presa di sale
1 uovo
100g di burro
25g di olio di cereali e frutti
un cucchiaino colmo di lievito o cremor tartaro
100g di nocciole sgusciate
30g di mandorle sgusciate

Mescolare farina, amido, zucchero, sale e lievito. Porre al centro l’uovo, l’olio ed il burro freddo a pezzettini ed impastare velocemente incorporando tutti gli ingredienti. Alla fine unire le mandorle e le nocciole.
Formare con l’impasto due "salamini" da far riposare in frigo almeno un’ora.
Tagliare i salamini in fette di circa mezzo centimetro e disporle ben distanziate (in cottura si allargano un po’) sulla teglia rivestita di cartaforno. Infornare per circa 15 minuti a 185° (col forno ventilato si possono cucinare le teglie contemporaneamente; cucinando una teglia alla volta i tempi di cottura si riducono leggermente). Lasciar raffreddare prima di metterli in una scatola di latta, dove si conserveranno per un tempo inversamente proporzionale alla vostra golosità!

pubblicato nella/e categoria/e ricette facili
4 Commenti to

“da venere in cucina”

  1. Avatar aprile 7th, 2008 alle 20:01 cochina63 ha detto:

    deliziosi!


  2. Avatar aprile 7th, 2008 alle 20:15 utente anonimo ha detto:

    Hmmm… Peccato solo che a casa mia alla fase di biscottomania segua quasi sempre quella di biscottofobia dettata dai sensi di colpa dietetici…

    Comunque, la ricetta me la segno.

    Ciao!


  3. Avatar aprile 7th, 2008 alle 20:28 tristantzara ha detto:

    Sei stata invitata alla Prova del cuoco per caso cochina bella ? dalle tue ricette si intuisce che ti piace cucinare. In settimana studierò la tua caponata,il tempo è migliorato di molto ora e senza il sole non cucino mai bene.


  4. Avatar aprile 7th, 2008 alle 22:01 cochina63 ha detto:

    caponata già fatta e mangiata! nO, NON MI PIACE CUCINARE, LO FACCIO COME UN ALTRO ANDREBBE A UNA MOSTRA… UN’ESPERIENZA, DICIAMO E PER ORA SONO SCONTENTA DI ME E MI… RIFOCILLO IL CORPO ASPETTANDO DI RIFOCILLARE L’ANIMA!


You must be logged in to post a comment.