Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

de andrè menzogne

novembre14

04 Amore Che Vieni, Amore Che Vai questa canzone mi commuove sempre

 

 stamani sul blog di bassini ho scritto, a proposito di chi su internet si finge altro-i: ‘Che tristezza dover mentire per essere’

e poi, inaspettatamete ho pensato che, in fondo, è un po’ ciò che succede agli scrittori: vivono in altri personaggi, si immedesimano in altre vite, esistono anche per riflesso in ciò che inventano, nelle loro belle menzogne… magari, a volte, per lunghi periodi anche, abbandonano il reale per la finzione…

pubblicato nella/e categoria/e pensieri alieni
5 Commenti to

“de andrè menzogne”

  1. Avatar novembre 14th, 2007 alle 14:43 cochina63 ha detto:

    ma perché non suona? auffa che imbranata che sono!e pure malaticchia ancora…


  2. Avatar novembre 14th, 2007 alle 14:46 julka75 ha detto:

    Ah, è un problema del file? Credevo fosse del mio computer che non lo riconosce…


  3. Avatar novembre 14th, 2007 alle 21:41 nonsisamai ha detto:

    si ma sono due tipi di finzione diversi…vado a vedere cosa hai scritto di la’


  4. Avatar novembre 14th, 2007 alle 21:55 cochina63 ha detto:

    e certo, diverse sì ci mancherebbe; mi chiedevo se originate dallo stesso bisogno però…


  5. Avatar novembre 14th, 2007 alle 23:22 OraSesta ha detto:

    Cinzia, forse l’hai caricato nel mediablog come “documento” (cioè con “aggiungi file”, invece di “aggiungi un audio”).

    Detto questo, aggiungo in merito all’argomento questo.

    Sarebbe inutile negare che per tutti quanti abbiano un blog, questo è un po’ un “palcoscenico”, che si reciti un po’ la parte di “quello che vorremmo essere”; dici bene, questo sì è uno “spirito” simile a quello dello scrittore.

    Il problema è quando tutto questo è manifestazione di uno squilibrio della personalità. Quando diventa ossessione dell’affermazione di sé. Quando porta all’inganno dell’altro.

    Avviene anche nella vita quotidiana; hai presente quando del pluriomicida tutti i vicini di casa affermano “è una persona per bene, mite…”

    Figurarsi quanto sia difficile accorgersi, soltanto attraverso le parole scritte su uno schermo, delle finzioni, delle doppiezze, del malanimo mascherato… a volte dietro anche l’anonimato.

    Ma l’ho fatta troppo lunga, scusami.

    Guarisci presto :)))


You must be logged in to post a comment.