Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

ma quanto dura un libro?

settembre7

Il mio editore, all’uscita di Eraclito e il muro, disse: Un libro ormai dura sei mesi, se in sei mesi non esplode è un libro perso.

Io non sono d’accordo, casi famosi ,tra l’altro, dimostrano il contrario; e soprattutto se a pubblicarti è un piccolo editore con poche possibilità economiche (pubblicità etc.).

Quindi non voglio ancora pensare che Eraclito sia un libro perduto, sta facendo la sua strada in salita, e senza spinte, e mi piace accompagnarlo in questo viaggio.

Ecco un altro gradino http://www.lettera.com/libro.do?id=6526

un grosso grazie a Luigi brasili.

pubblicato nella/e categoria/e Eraclito e il muro, I miei libri
14 Commenti to

“ma quanto dura un libro?”

  1. Avatar settembre 7th, 2007 alle 16:25 utente anonimo ha detto:

    Il tuo editore ragiona con la logica del profitto a breve. In passato autori sono diventati famosi, ma dopo anche due anni dall’uscita del loro libro, nel senso che quell’opera ha cominciato effettivamente a vendere dopo due anni.

    Renzo


  2. Avatar settembre 8th, 2007 alle 06:45 diegodandrea ha detto:

    La recensione è molto accattivante… quindi il libro deve avere ben ispirato 😉

    Ora sono curioso… e poi l’ambientazione è accattivante, oramai è cosa nota, sono un filosiculo dichiarato 😉


  3. Avatar settembre 8th, 2007 alle 11:11 utente anonimo ha detto:

    Il mio editore, Renzo, ragiona da editore e, nel campo dell’editoria, devo pure fargli i complimenti: non è uno che si vende, non pubblica robaccia di sesso, ha preso una sconosciuta (diversi, veramente) e l’ha pubblicata senza chiedere nulla in cambio (a parte 300 copie senza diritti e qualche anno di prelazione, che a pensarci con ottica ottimista può essere anche un complimento). Purtroppo il mio editore non è Rizzoli, non è ricco e non è colpa sua se gli italiani si fidano meno di lui degli scrittori emergenti. Io però non dispero, ecco. Ai sei mesi non ci credo. ogni volta che vado in libreria, che sfoglio ibs sto a chiedermi ‘ma questo chi è?’ e poi scopro che magari ha già scritto 10 romanzi vincitori di premi e con case megagalattiche! Insomma ‘chi sono io?’ nuddu miscatu a nnenti. Non mi resta che sperare nel passaparola, nelle recensioni, nella curiosità di persone che come Diego o Laura decidono di provare. In blogger che decidono di aiutarmi, e siete tanti, moltissimi per me e cari.Gli editori, GBM, Maja, Albus, Delos e perfino Traccediverse non posso che ringraziarli: hanno creduto nelle cose che scrivo, ci hanno creduto mettendoci su dei soldi. I miei amici non farebbero tanto per me (che amici, eh? già…)

    p.s. diego filosiculo… mi sei simpatico.


  4. Avatar settembre 8th, 2007 alle 12:39 CleliaMazzini ha detto:

    Sono d’accordo con te, e forse ti farà piacere leggere quello che ha scritto oggi Roselina Salemi sul suo blog.

    Ciao cara,

    Clelia


  5. Avatar settembre 8th, 2007 alle 12:39 CleliaMazzini ha detto:

    Sono d’accordo con te, e forse ti farà piacere leggere quello che ha scritto oggi Roselina Salemi sul suo blog.

    Ciao cara,

    Clelia


  6. Avatar settembre 8th, 2007 alle 12:39 CleliaMazzini ha detto:

    Sono d’accordo con te, e forse ti farà piacere leggere quello che ha scritto oggi Roselina Salemi sul suo blog.

    Ciao cara,

    Clelia


  7. Avatar settembre 8th, 2007 alle 13:53 utente anonimo ha detto:

    che bella iniziativa, grazie, mi metto in lista… non si sa mai.


  8. Avatar settembre 8th, 2007 alle 14:07 diegodandrea ha detto:

    anche voi, Madame, mi siete simpatica, per qualità e temperamento 😉

    A presto

    D


  9. Avatar settembre 8th, 2007 alle 17:55 kinglear ha detto:

    Ed allora Van Gogh?

    Ok, lui dipingeva.

    D’accordo, non voglio che tu abbia riconoscimenti grandi solo dopo. Tuttavia credo che un libro non si esaurisca per il lettore nel giro di sei mesi. Per i ragionamenti commerciali di un editore, sì.

    Baci,

    Beppe


  10. Avatar settembre 8th, 2007 alle 18:45 utente anonimo ha detto:

    Vedi che Beppe concorda con me.

    Renzo


  11. Avatar settembre 8th, 2007 alle 19:15 utente anonimo ha detto:

    ma pure io son d’accordo, non si capiva?

    coca


  12. Avatar settembre 9th, 2007 alle 10:04 lauraetlory ha detto:

    Credici Cinzia e lascia perdere quello che dice l’editore. Ogni volta che mi scontro con queste logiche mi consolo ripensando a Dan Brown che, prima di diventare famosissimo, girava per i mercati con il portabagagli pieno di libri e li vendeva lì, personalmente. Libri che erano già: Il codice da Vinci, Angeli e Demoni, La verità del ghiaccio. Al di là del valore letterario, di cui non sto a sindacare, sono titoli da milioni di copie, ma quando Brown li vendeva porta a porta non se n’era accorto ancora nessuno.

    Tieni, anzi, teniamo duro!

    Laura


  13. Avatar settembre 10th, 2007 alle 08:54 utente anonimo ha detto:

    Ciao Cinzia,

    “Gli editori, GBM, Maja, Albus, Delos e perfino Traccediverse non posso che ringraziarli”

    per favore, mi daresti maggiori dettagli su quel PERFINO riferito a Traccediverse?

    ciaociao

    danilo


  14. Avatar settembre 10th, 2007 alle 09:16 cochina63 ha detto:

    NO, MI SPIACE dANILO.


You must be logged in to post a comment.