Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

ninfe

maggio5

Ieri sera ho assistito a uno spettacolo di giovani danzatrici, ragazzine, carine carine tenere, dai 16 ai 18 più o meno. Uno spettacolo di una scuola di danza regalato a una cena di professionisti. La cena si è protratta e loro sono rimaste chiuse dietro una tenda per almeno due ore a stomaco vuoto, hanno iniziato a ballare verso le 23. Quello che mi è piaciuto è stata la riconferma che l’arte, anche a questi livelli, salva. Molto spesso salva. Salva i giovani dalla noia, dalle tentazioni, dall’ozio. Loro stavano lì con l’unica preoccupazione di ballare bene, si erano preparate per questo, concentrate per ore e ore su questo e sul proprio corpo, su un regime, vorrei dire regola ma… regime è più realistico. Concentrate sull’essere concentrate. Chi non fa sport, danza, musica non può forse rendersi davvero conto di ciò che dico, dello sforzo, della fatica, della tensione che accompagna quotidianamente e per anni, a volte per l’intera vita, queste attività. Ho tirato un bel fiato, ché ancora, e sempre, c’è speranza.

pubblicato nella/e categoria/e pensieri alieni
10 Commenti to

“ninfe”

  1. Avatar maggio 5th, 2007 alle 07:22 biancabalena ha detto:

    Bello questo post. Le ho viste, queste ragazzine. E anch’io sono molto attratta dal lato “fisico” dell’arte. Quando assisto a una danza mi piace leggere la tensione dei muscoli, come mi piacciono le dita che si muovono su uno strumento musicale.

    La tensione, la fatica di cui pochi si accorgono, il duro lavoro dietro a una figura perfetta e aggraziata che non sembra avere peso, o dietro a note che sembrano sgorgare da sole…


  2. Avatar maggio 5th, 2007 alle 07:43 cochina63 ha detto:

    e se stai vicino, però, come me ieri sera o vicino a un compagno che suona percepisci chiaro il respiro della concentrazione e della fatica(e in certe belle registrazioni di solisti si sente ed è musica anche’esso)


  3. Avatar maggio 5th, 2007 alle 07:46 UomoMascarato ha detto:

    lo sport come la musica o la danza, sono anche un modo per distaccarsi dai problemi giornalieri, dalle preoccupazioni…

    come dicevano gli antichi e saggi latini “mens sana in corpore sano!”

    ciao coca


  4. Avatar maggio 5th, 2007 alle 07:48 cochina63 ha detto:

    non per chi pratica queste attività per mestiere, in tal caso non si stacca mai neanche a letto. Ricordo ore, la notte soprattutto, che le musiche e i relativi passaggi tecnici continuavano a ripetersi all’infinito…

    ehi, ometto mascherato ma Eraclito ti è piaciuto? non mi hai detto nulla…


  5. Avatar maggio 5th, 2007 alle 13:25 UomoMascarato ha detto:

    non ti ho detto nulla perchè nn mi sembrava il caso di specificare!


  6. Avatar maggio 5th, 2007 alle 15:33 cochina63 ha detto:

    interpretando la tua frase mascherata devo dedurne che non ti sia piaciuto?nel caso, se rimani lontano dagli insulti, puoi specificare eccome! ci mancherebbe!


  7. Avatar maggio 6th, 2007 alle 06:51 UomoMascarato ha detto:

    ma che dici? mi sà che ti sottovaluto cara coca!


  8. Avatar maggio 6th, 2007 alle 07:46 cochina63 ha detto:

    uff… ma una risposta meno mascherata no eh?


  9. Avatar maggio 6th, 2007 alle 19:24 UomoMascarato ha detto:

    ok. basta farti stare sulle spine! il libro mi è piaciuto…gli dò una sufficienza abbondante! non svenire eh?!

    ciao RR


  10. Avatar maggio 6th, 2007 alle 21:15 cochina63 ha detto:

    be’ una sufficienza abbondante mica è da svenire… però grazie, sei stato gentile.


You must be logged in to post a comment.