Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

luglio8

su  www.paroledisicilia.it/testi/racconti/il-gigante.html un mio raccontino

pubblicato nella/e categoria/e Parole in regalo
23 Commenti to

“”

  1. Avatar luglio 8th, 2006 alle 10:22 utente anonimo ha detto:

    l’ ho letto, ma non ho capito perchè Emma doveva essere spaventata di Salvuccio…

    Valeria


  2. Avatar luglio 8th, 2006 alle 10:41 cochina63 ha detto:

    sei troppo piccola, non l’hai capito.Lascia stare e vai a studiare!settembre arriva subito!


  3. Avatar luglio 8th, 2006 alle 10:43 utente anonimo ha detto:

    ma le sembra che studio 24 ore su 24?


  4. Avatar luglio 8th, 2006 alle 11:26 pentlon ha detto:

    Ho letto il tuo racconto. Ribadisco: hai una bella scrittura semplice.Critica: se l’erotismo è una chiave per spiegare la solitudine e il senso di esclusione di Emma l’hai espresso meglio sul cavallo che su Salvuccio…

    (terraR)


  5. Avatar luglio 8th, 2006 alle 11:35 cochina63 ha detto:

    L’impossibilità di muoversi è mancanza della libertà e di conseguenza dell’erotismo, il cavallo (per me pure) rappresenta entrambe con efficacia.Inoltre io penso che ciò che ci rimane nel cuore da ragazzini influenzi tutta la nostra vita.Cavalcando Salvuccio-Nero lei cavalca molti sogni insieme.


  6. Avatar luglio 8th, 2006 alle 11:56 pentlon ha detto:

    Vorrei costruire un ponte sullo stretto. Eccolo:

    http://www.bloggers.it/scritture

    Prova a percorrerlo (se non ti piace la strada puoi sempre tornare indietro…)

    Ciao


  7. Avatar luglio 8th, 2006 alle 13:25 cochina63 ha detto:

    mi metti un link diretto, baby?


  8. Avatar luglio 8th, 2006 alle 14:53 pentlon ha detto:

    Non saprei cosa intendi per link diretto. Forse un link che quando ci passi sopra il mouse diventa una manina e ti consente di collegarti direttamente? Non so ccome si fa su splinder…

    P.S.

    Vorrei sentirti quando dici “baby” con l’accento messinese…;-)


  9. Avatar luglio 8th, 2006 alle 15:26 cochina63 ha detto:

    con una A grande come una casa? sì intendevo quello per link… che vuol dire non sai come si fa? copi il collegamento con il mouse e poi incolli… insomma ‘ndo devo annà?


  10. Avatar luglio 8th, 2006 alle 15:37 cochina63 ha detto:

    cmq siccome sono una che non si perde d’animo (ma in compenso si perde!)son finita in un paio di blog (Marchitto, Messina) solo che non ho capito cosa vuoi dire, qual è il progetto tuo insomma… se mi ragguagli…


  11. Avatar luglio 8th, 2006 alle 16:10 utente anonimo ha detto:

    Un altro con ilponte sullo Stretto.

    Non è che per caso sotto il nick di pentlon si celi un certo Silvietto da Arcore?

    Renzo


  12. Avatar luglio 8th, 2006 alle 16:19 micionero ha detto:

    M’è piaciuto ‘sto racconto, mi ha un ricordato nello stile un libro che ho finito da poco “minchia di re” di un autore siciliano, giornalista, di cui al momento (accidenti) non ricordo il nome, edizioni Mursia.

    Credo che la sicilianità abbia un’influenza tutta sua sulla scrittura, che mi conquista sempre: legàmi che non si sciolgono, segreti, natura trionfante su tutto, prepotente come un destino a cui non si vuole e non si può sfuggire.

    Si mi piace.

    vado (tanto torno)


  13. Avatar luglio 8th, 2006 alle 16:22 micionero ha detto:

    Giacomo Pilati (il nome dell’autore del libro)…non potevo non scriverlo.

    (l’avevo detto che tornavo)


  14. Avatar luglio 8th, 2006 alle 17:26 cochina63 ha detto:

    Minchia di re è davvero un libro carino! Lo comprai in libreria durante una mia presentazione di Dall’ultimo leggio, stavo già scrivendo La jatta e a momenti mi veniva un accidente… credevo avesse lo stesso argomento!!!(invece no, eh eh eh…). Sai Micio ciò che dici è vero in maniera preoccupante… saremo un’isola (e vorremo restarla) anche per questo?Dopo aver firmato il contratto per Eraclito e il muro sulla scrivania del mio editor vidi un libro con una copertina bellissima (cioè la ragazza era bellissima) si chiamava Disìo, di Silvana Grasso, non la conoscevo e sino a oggi ho letto solo quel libro suo, ritrovavo in lei tante cose mie da sentirmi quasi in dovere di scriverle, cosa che feci… senza ricevere alcuna risposta (e libri suoi non ne ho comprati più, anche se mi piace moltissimo). Insomma secondo me c’è qualcosa nell’isola che ristagna da secoli e ci spinge tutti verso una direzione, giri giri e… rimani fermo: cotto dal sole, affogato nei colori del cielo e del mare, furente e innamorato, perduto… Che sia magia?


  15. Avatar luglio 8th, 2006 alle 19:23 ooohopla ha detto:

    Ricambio la visita e te ne ringrazio moltissimo…enchanté!! 🙂

    martedì parto, ma al ritorno leggerò il tuo raccontino!!

    a presto


  16. Avatar luglio 8th, 2006 alle 20:23 cochina63 ha detto:

    con vero piacere.


  17. Avatar luglio 9th, 2006 alle 09:57 micionero ha detto:

    Solo per augurarti una buona domenica.


  18. Avatar luglio 9th, 2006 alle 10:03 cochina63 ha detto:

    anche a te dolcissima, seguendo Remo nel suo peregrinare ho trovato questo http://www.cucinalara.splinder.com non sono parole stavolta ma sogni…


  19. Avatar luglio 9th, 2006 alle 11:33 pentlon ha detto:

    Bye bye


  20. Avatar luglio 9th, 2006 alle 11:58 cochina63 ha detto:

    di poche parole? giusto due…


  21. Avatar luglio 9th, 2006 alle 13:51 micionero ha detto:

    Oh mamma mia! se avessi la tendenza ad ingrassare sarei nei guai!!! Visitando quel blog si prendono minimo 5 chili.

    E’ comunque una gioia per gli occhi.

    (eh si dalle mie parti si mangia benone, ma anche in Sicilia non si scherza…adoro i cannoli con la ricotta)


  22. Avatar luglio 9th, 2006 alle 14:51 esteriade ha detto:

    Volevo dirti che… grazie. ciao! (così non ci perdi più…)


  23. Avatar luglio 10th, 2006 alle 07:56 cochina63 ha detto:

    certo est…


You must be logged in to post a comment.