Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

giugno16

Stamani ho scritto questo commento in un post di Remo, lo riporto qui (tanto è mio), l’argomento mi affascina…

La mia famiglia aveva l’abitudine di fare il bicchierino. Smise quando una quualche entità (terrena o no, chissà) predisse un paio di cose che si avverarono: una era una morte, l’altra un matrimonio davvero improbabile. Mia nonna teneva un libro con tutte le storie, impressionante… erano scritte in più lingue anche. Ho assistito a qualche seduta da piccola, mia zia riusciva a farlo muovere anche da sola: non guardava il tabellone, a volte leggeva un libro a voce alta e intanto il bicchiere parlava e rispondeva alle domande, anche mentali. Non so se sono gli spiriti… ma mi piace pensarlo, mi piace pensare che cmq ci sia una possibilità dopo…

pubblicato nella/e categoria/e pensieri alieni
7 Commenti to

“”

  1. Avatar giugno 16th, 2006 alle 10:16 utente anonimo ha detto:

    Una possibilità dopo? Una certezza, una certezza.

    Padre Trombetta


  2. Avatar giugno 16th, 2006 alle 10:43 sambigliong ha detto:

    cara cinzia,

    ora ti racconto.

    avevo 16, 17 anni; avevo un amico-nemico, si chiamava enzo. Era bravo a scuola, era bravo con le donne, era brillante e spiritoso, era bravo a giocare al pallone e a pallavolo.

    non lo sopportavo.

    un giorno va a fare un giro alla upim con altri due ragazzi; uno ora commercia in opere d’arte, l’altro è medico.

    girano e poi si avviano verso l’uscita dove vengono intercettati da una zingara, che chiede loro di farsi leggere la mano in cambio di poche lire.

    le rispondono in malo modo, del tipo Ma non rompere il cazzo.

    poi si dirigono verso l’uscita ma la zingara li segue e, rivolta a enzo, gli domanda di potergli leggere la mano, che non vuole soldi.

    lui accetta.

    lei dice: vedo una vita normale, ma vedo la morte, presto, ma stai tranquillo che dopo la morte io vedo il trionfo.

    me lo raccontarono questo episodio mesi dopo sia gli amici che enzo: eravamo diventati amici da quando era stato colpito da un tumore alla colonna vertebrale.

    se n’è andato a nemmeno 18 anni.

    spero che ora viva nel trionfo.

    un saluto

    remo


  3. Avatar giugno 16th, 2006 alle 10:44 utente anonimo ha detto:

    sopra c’è una mia vecchia traccia, su splinder.

    questa è quella nuova.

    remo


  4. Avatar giugno 16th, 2006 alle 11:09 cochina63 ha detto:

    Padre Trombetta lei mi conforta… a proposito piaciuta la poesiola?

    Remo: Il trionfo… ma perché non riesco a crederci?


  5. Avatar giugno 16th, 2006 alle 19:32 utente anonimo ha detto:

    Del doman non v’è certezza…

    Renzo


  6. Avatar giugno 16th, 2006 alle 19:42 cochina63 ha detto:

    già…


  7. Avatar giugno 16th, 2006 alle 21:31 cochina63 ha detto:

    ma nessuno sa storie di spiritelli?mi piacciono tanto…


You must be logged in to post a comment.