Crea sito

Cinzia Pierangelini

Blog di una narratrice musicista

maggio21

un giorno in cui mi viene voglia di tornare a comprare solo classici e mitici e superbi scrittori storici! basta, e dico basta, e sono reazionaria? e chissene!, di questo schifo: di scrittura senza regole per nascondere la mancanza di idee-ideali-emozioni-originalità.Non ne posso più di scrivicomemangi eguardacasomangicomeunporco eriesciascriverepurepeggio (esempio attinente). Io non voglio spendere 20 euro per leggere quello che posso trovare gratis in qualunque sito, scritto con i piedi. Da quando m’interesso di contemporanei mi sta passando la voglia di leggere… ho beccato libri che son peggio di Topolino (ma molto peggio in tutti i sensi: come qualità e forma pure) e vengono paragonati a Dante, e poi i critici si accaniscono su Baricco ma basta! bastaaaaaa!!!!
p.s. chiaro?

pubblicato nella/e categoria/e pensieri alieni
26 Commenti to

“”

  1. Avatar maggio 21st, 2006 alle 17:21 esteriade ha detto:

    Sono passata anche di qui, visto? :-)))

    personalmente non amo Baricco, ma mi trovi d’accordo sull’indignazione, anche se non tutti i contemporanei fanno così schifo: ce n’è di tutto rispetto.

    la questione non è “temporale”, ma temo di ben altro ordine.

    tu sei sicura che lo scriverecomemangi dipenda dalla mancanza di idee-ideali-emozioni-originalità?

    io no. 🙂

    ciao Cochina, buon proseguimento!!!!


  2. Avatar maggio 21st, 2006 alle 17:25 cochina63 ha detto:

    ovviamente era un pensiero alieno… i venusiani mi rapiscono di tanto in tanto…


  3. Avatar maggio 21st, 2006 alle 17:34 cochina63 ha detto:

    piccola est che gioia… Forse un eccesso di idee? una ricerca spasmodica di idee per vincere, sfondare sul mercato? non so… però ho buttato un libro l’altro giorno e non mi era mai successo… insomma pareva scritto da mia figlia (5 elementare: sufficiente, non so se mi spiego!). Cambia la letteratura? e dunque scriviamo storielle sceme un po’ surreali e in cattivo italiano, questa è la rivoluzione? che delusione… Lo so che ci sono scrittori buoni e infatti continuerò a comprare contemporanei (stipendio permettendo)… I venusiani mi hanno liberata!


  4. Avatar maggio 21st, 2006 alle 18:38 utente anonimo ha detto:

    Vero, cara Cinzia.

    Oggi, per lo più, latitano le idee e allora si cercano temi spesso banali, con l’aggravante di essere scritti altrettanto banalmente. E così è raro che un autore contemporaneo ti lasci dentro qualche cosa, perchè le emozioni si trasmettono solo se ci sono.

    Ciao

    Renzo


  5. Avatar maggio 21st, 2006 alle 20:14 cochina63 ha detto:

    a me manca pure la bellezza della frase, meno male che ci sono scrittori come Silvana Grasso: uno fa il pieno e poi tira avanti tappandosi il naso… ma, guarda un po’, mica è tanto famosa…


  6. Avatar maggio 21st, 2006 alle 20:53 esteriade ha detto:

    Coca su questo argomento si potrebbe parlare per giorni e forse settimane o mesi o anche di più…

    ultimamente comincio a pensare sempre più spesso che sono stufa, che voglio cambiare “mestiere” mentale (perchè maledizione si scrive con la testa, prima ancora che con le mani,e infatti le mie mani si rifiutano di scrivere…mentre la testa continua per fatti suoi).

    Non lo so Coca, tu mi dici che hai voglia della bella frase, io ti dico che dal canto mio posso anche non accorgermi se la frase è bella, ma di certo m’accorgo se è brutta, o se è vuota, o se sta lì tanto per fare il suo effetto (anche se bella bellissima ineccepibile)… e la cosa che mi pare ancora più triste è che chi la scrive, pensa comunque di potermi fregare, in quanto lettrice,o almeno ci sta provando, o forse è addirittura inconsapevole? (il che sarebbe ancora più grave)…

    bah! dicevo or ora, altrove, che scrivere è un grosso e benedetto atto di presunzione, ma fosre per compierlo nella maniera “giusta” occorre una grande onestà, profonda profonda…e quella scarseggia, sélon moi.

    La letteratura cambia…come tutte le espressioni, è specchio dei tempi (retorico, ma credo anche vero)… cambia il linguaggio, cambia la “mentalità”, e soprattutto, cambia il mercato.

    p.s.: mi fa sorridere che mi chiami “piccola”, magari ancora lo fossi!!!!! :-))


  7. Avatar maggio 21st, 2006 alle 22:06 utente anonimo ha detto:

    un po’ mi sento tirato in ballo, ma non devo.

    mi dimentico di me, dimenticatevi di me.

    anche perché ho due confessioni da fare.

    1 – anni fa dissi anch’io così

    2 – l’ultimo libro che ho comprato è di Tacito.

    però vedi coca, io dico che ci sono tanti autori contemporanei veramente grandi e dei quali si parla poco.

    un esempio. è un incipit che so a memoria.

    «Dolce tesoro come stai? Anche oggi ti ho cercato al telefono ma tu non c’eri. Mi raccomando: se solo ti sfiornao un capello tu mandami a dire». Pino Roveredo (Mandami a dire) è uno scritture diciamo fuori dai salotti, che sa un tubo di editoria e filosofia. Ma è stato in manicomio, in carcere, è stato alcolizzato, è filgio di sordomuti: ed ha sublimato, splendidamente, la sua esistenza scrivenda.

    Altro grande autore contemporeneo: Don Luisito Bianchi. Talmente grande che le le librerie cattoliche rifiutano di vendere i suoi libri. E vapo avanti: Parazzoli, qualcuno lo conosce? E Saramago? Ha più di 80 anni na vorrei averla io (49 anni) la sua freschezza.

    E Izzo? Certo, è morto, ed è già un classico ma se volete scrivere un giallo prima leggete lui.

    Coca, a volte il tuo ragionamenti ci può stare. Finisco. Una volta sul sito di Fernandel lessi un commento che dica più o meno così: sono andata a una presentazione di Paolo Nori, bene: lo conoscevano tutti. Io però ero l’unica a conoscere Dostoevskj.

    remo


  8. Avatar maggio 21st, 2006 alle 22:11 utente anonimo ha detto:

    Ho postato, come al solito, cone un intercity che non fa fermate.

    l’incipit di roveredo è

    Dolce tesoro mio, come stai? Anche oggi ti ho cercata al telefono e tu non c’eri, ma lì, nella tua lontananza, ti trattano bene? Mi raccomando: se solo ti sfiorano un capello, tu mandami a dire.

    Non è una frase d’amore. Nel senso classico, almeno. E’ però amore puro: per Cecilia, una vecchietta che Roveredo conobbe in manicomio. Quando li aprirono, i manicomi, Roveredo di lei seppe solo che era andata a stare con dei parenti che non la sopportavano. (E Cecilia, probabilmente, era finita e poi aveva vissuta in manicomio senza un perché).

    remo


  9. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 05:54 cochina63 ha detto:

    Remuccio gli esempi che hai portato infatti son belli, non mi riferivo certo a questo tipo di contemporanei…Est, Remo ,Renzo…vedo che la mia provocazione aliena ottiene effetti: ciò mi fa felice e inoltre che remo perori la causa di nuovi scrittori, non tutti così noti, raddoppia la mia gioia

    p.s. L’incipit che hai riportato è molto bello… comprerò il libro


  10. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 06:02 cochina63 ha detto:

    Remo non sentirti tirato in ballo, tu scrivi bene, non è di contemporanei come te che parlavo… ma di quelli che hanno eliminato tutte le regole e scrivono solo cazzatine surreali senza anima o quasi, tu non sei mica così! A proposito oggi passo in libreria a vedere se fernandel qui arriva (dubito fortemente come fu per Mursia d’altronde) e prendo il tuo libro.


  11. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 06:23 stazionetermini ha detto:

    E’ cos’ personale la lettura che rende il mondo dei libri il posto più democratico che esista!!!

    t’aspetto alla staziionetermini..

    ciaoooooooooo e buona settimana


  12. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 06:55 cochina63 ha detto:

    vero stazioncina mia… il problema è il mercato però…

    Est quando dico che mi mancano le belle frasi non intendo certo belle solo strutturalmente, bello per me è qualcosa che scalfisce l’anima in un modo o in un altro… non può esser vuoto o fine a se stesso.


  13. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 07:28 esteriade ha detto:

    d’accordo con te sul concetto di “bella frase”, Coca…per produrne non è tanto questione di regole, allora…

    Non ci credo che, come dice Renzo, emozioni in giro non ce ne siano più…non posso crederci. preferisco credere che sia semplicemente una questione di affollamento degli scaffali delle librerie che rende difficile “scovare” il libro/autore giusto. Prendo nota delle citazioni di Remo e metto in lista.


  14. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 07:42 cochina63 ha detto:

    metti in lista anche lui allora: ha un cuore d’oro!


  15. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 08:47 esteriade ha detto:

    con molto piacere, ma almeno almeno mi ci servirebbe il suo cognome…se poi voleste essere così carini da darmi anche titoli eccetera… 🙂


  16. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 08:58 cochina63 ha detto:

    ora t’insegno un segreto: hai presente la casina che appare accanto al nome? be’ quello è il suo sito, basta cliccarci sù!(ih ih ih) è un posto interessante: te lo consiglio!


  17. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 10:47 esteriade ha detto:

    la mia imbranataggine non è mica cambiata!

    grazie Coca, cliccherò sulla casina :-)))))


  18. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 10:55 utente anonimo ha detto:

    estriade, se fai un salto nel mio blog c’è scritto qualcosa sui miei libri.

    ho riportato estratti, primi capitoli.

    così, se uno trova affinità li prende.

    grazie coca.

    di tutto.

    e delle belle parole, su di me.

    grazie a tutti.

    remo bassini

    (PS Coca: ti mando una mail: informativa su casa editrice)


  19. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 11:15 cochina63 ha detto:

    de nada…a entrambi, anzi a tutt’o duos…(che poliglotta!)


  20. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 13:45 esteriade ha detto:

    L’ho fatto un giro sul tuo blog, Remo…troppo breve, ci tornerò.

    e prenderò tutte le affinità su cui andrò “inciampando”. ne ho già trovata qualcuna, a partire dalla tua foto nella campagna toscana. (io non sono toscana, però 😉 )


  21. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 16:07 cochina63 ha detto:

    ora non cominciate a pomiciare sul mio blog eh!


  22. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 18:01 esteriade ha detto:

    ma come non hai una sezione privée fatta apposta?!

    ahiahiahi…cara Cochina…allora questo blog non è frequentabbbbbile!!!!!!!:-)))))))

    p.s.: serve mica che specifichi che dico sul serio?!

    smack! (a te, non a Remo)


  23. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 19:00 cochina63 ha detto:

    bella idea… mò ci penso!


  24. Avatar maggio 22nd, 2006 alle 22:55 utente anonimo ha detto:

    grazie della visita esteriade

    remo


  25. Avatar maggio 24th, 2006 alle 06:24 utente anonimo ha detto:

    Il problema è che non possiamo pretendere la luna se questa non c’è. Frase enigmatica, ma mi spiego meglio: non è un problema di letteratura, ma di cultura. Nel nostro paese, come del resto in molti altri, la cultura è bistrattata (del resto basta vedere la legge di riforma della scuola della Moratti). E perchè? Perchè la cultura è libertà e invece oggi siamo soddisfatti di essere schiavi, schiavi dei luoghi comuni, delle esteriorità, di tutto ciò che non impegna, insomma siamo i soggetti ideali per essere comandati.

    Renzo


  26. Avatar maggio 24th, 2006 alle 07:06 cochina63 ha detto:

    ehi: io non sono soddisfatta!


You must be logged in to post a comment.